Processo-Calcioscommesse, il Barletta tra le 5 società che hanno presentato ricorso

A Roma via al processo sportivo ieri


luca_guerra.jpg
LUCA GUERRA
Martedì 3 Luglio 2012 ore 13.21

C'è anche il nome del Barletta Calcio tra quelli delle 5 società che hanno presentato ricorso come terze parti interessate nell'ambito del processo sportivo d'appello sullo scandalo legato al calcio scommesse, che ha avuto il via ieri a Roma. I giudici della Corte di giustizia federale, presieduta da Gerardo Mastrandrea, sono stati chiamati a valutare i ricorsi presentati da club e tesserati condannati in primo grado, mentre 4 società - Ancona, Piacenza, Ravenna (tutte ormai giuridicamente fallite) e Avesa - e tre tesserati - Marco Paoloni, Federico Cossato e Vincenzo Santoruvo - hanno rinunciato al dibattimento. Nella mattinata di ieri gli interventi dei legali di Codacons e Federsupporter avverso la rispettiva mancata ammissione al procedimento di primo grado: la Corte ha dichiarato inammissibili i ricorsi, rigettando inoltre le istanze di sospensione.

Già il 31 maggio, data del via al processo sportivo a Roma, la società biancorossa aveva infatti presentato istanza, assieme a Cesena, Nocerina, Trapani e Vicenza di prender parte al processo sportivo sul calcioscommesse perche' "portatrice di interessi indiretti per ragioni di classifica". La richiesta non era però stata accolta perché - come spiegato dal presidente della Commissione Sergio Artico nella prima udienza - "non potrebbe trarre alcun vantaggio dalle decisioni del dibattimento". Per quanto riguarda invece i contenuti del ricorso delle altre quattro società "in ballo", il Cesena (appena retrocesso in serie B) ha chiesto l'inammissibilità della penalizzazione concordata dall'Atalanta (2 punti) e la retrocessione del Novara (punito dalla Disciplinare con 4 punti di penalizzazione da scontare il prossimo anno in serie B) all'ultimo posto della classifica di serie A. Nocerina, Vicenza e Gubbio hanno invece contestato il patteggiamento del Grosseto (6 punti da scontare nella prossima stagione), ma il club umbro ha presentato ricorso anche contro le sanzioni inflitte a Modena, Ascoli (patteggiamenti), Empoli, Padova e Reggina (sentenza primo grado): in ballo c'è la classifica dell'ultimo campionato di serie B 2011-12.

Si stanno intanto tenendo anche le audizioni della Procura Federale sul calcioscommesse relative al filone di Napoli dopo che gli atti dell'inchiesta sono stati trasmessi dal procuratore aggiunto Giovanni Melillo. Gli interrogatori sono partiti ieri. Ecco il calendario fino al 9 luglio:

5 luglio: Gianfranco Parlato (tecnico), Federico Cossato (ex calciatore), Michele Cossato (ex calciatore), Silvio Giusti (tecnico)
6 luglio: Matteo Gianello (calciatore Villafranca Veronese), Walter Mazzarri (tecnico Napoli), Gianluca Grava (calciatore Napoli), Paolo Cannavaro (calciatore Napoli), Giuseppe Mascara (calciatore Novara).
9 luglio: Giuseppe Santoruvo, Fabio Quagliarella (calciatore Juventus)
(Twitter: @GuerraLuca88)
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
ARTICOLI PIU' LETTI DI RECENTE:
RACCOGLITORI SPECIALI RECENTI:
RUBRICHE AGGIORNATE:

calciomercato
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti
BarlettaViva è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani