Oggi sereno
Temperature 19.530.8

Euro 2012, è il giorno della finale Italia-Spagna

Si gioca a Kiev alle 20.45, in palio la storia


luca_guerra.jpg
LUCA GUERRA
Domenica 1 Luglio 2012 ore 12.43

Finire con chi si era iniziato per chiudere un cerchio magico. E' il giorno dei giorni: oggi alle 20.45 tutta Italia ( o quasi) sarà paralizzata davanti a schermi televisivi e maxischermi per seguire gli Azzurri nella finalissima di Euro 2012 contro i campioni del mondo e d'Europa in carica della Spagna. Spagna, un traguardo sul quale in pochi avrebbero scommesso fino a un mese fa. Stasera avremo di fronte un grande avversario che però non è più grande di noi. Non più. Lo è stato fino a venti giorni fa, poi l'Italia è cresciuta dentro il torneo, è diventata diversa e completa, mentre la Spagna ha sentito la fatica di essere sempre un'eccezione. Ora abbiamo raggiunto le "Furie Rosse", oggi giocheremo alla pari. La Nazionale di Prandelli come l'evoluzione della vecchia Spagna, gli unici che sono riusciti a limitarne la forza senza fare solo catenaccio. La finalissima sarà il remake del match giocato domenica 10 giugno scorso, quando gli iberici e gli italiani si affrontarono nella prima partita del Girone C. In quell'occasione l'incontro era terminato sull'1 a 1, dopo l'iniziale vantaggio dell'Italia grazie al gol messo a segno da Di Natale, e il pareggio finale di Fabregas. Gli uomini di Del Bosque sono alla ricerca del terzo successo consecutivo nelle massime competizioni dedicate alle squadre nazionali. La Spagna ha infatti vinto gli ultimi Mondiali 2010 in Sudafrica, e l'ultima edizione degli Europei del 2008. Gli italiani sono invece cercheranno di portare a casa un successo continentale che manca da diversi decenni, dopo essere giunti sul "tetto del mondo" in Germania nel 2006.

Il percorso verso la finale- Il cammino verso la Finale di Euro 2012, per ciò che riguarda la Spagna, è stato segnato dal primo posto nel Girone C, dalla vittoria sulla Francia nei Quarti, e da quella sul Portogallo in Semifinale. L'Italia, invece, dopo il secondo posto nello stesso raggruppamento degli iberici, dove ha pareggiato con Spagna e Croazia, per poi superare per 2-0 l'Irlanda, poi ha eliminato l'Inghilterra nei Quarti di Finale e la Germania nella Semifinale di giovedì scorso.

I precedenti- Sono 30 i precedenti assoluti tra le nazionali maggiori di Italia e Spagna (3 nelle fasi finali Mondiali, 4 nelle fasi finali Europee, 4 ai Giochi Olimpici - quando ancora partecipavano le selezioni maggiori - e 19 in amichevole) con bilancio di 10 vittorie azzurre, 12 pareggi ed 8 successi della Spagna. Nelle 4 sfide valide per le fasi finali europee l'Italia e' imbattuta contro la Spagna: score di 1 vittoria (1-0 a Francoforte, ad Euro '88, rete di Vialli al 73′) e 3 pareggi. Due curiosità: nelle fasi eliminatorie in gara secca l'Italia non perde nei tempi regolamentari dal 22 giugno 1988, Urss-Italia 2-0.
Nelle ultime 8 gare giocate in fasi finali europee, la Spagna ha subito una sola rete, quella di Di Natale al 61′ di Italia-Spagna 1-1 del 10 giugno scorso. Considerate le fasi finali dei Mondiali e degli Europei, la Spagna non subisce gol dal 27 giugno 2006 quando, ai Mondiali di Germania, perse ad Hannover 1-3 dalla Francia agli ottavi di finale.

L'arbitro- La finale di Euro 2012 fra Italia e Spagna, in programma domenica sera alle 20.45 a Kiev, sarà arbitrata da Pedro Proenca. Proença sarà assistito dai connazionali Bertino Cunha Miranda e Ricardo Jorge Ferreira Santos, Manuel Jorge Neves Moreira De Sousa e Duarte Nuno Pereira Gomes saranno invece gli assistenti addizionali. Il quarto uomo sarà Cüneyt Cakır mentre l'arbitro di riserva Bahattin Duran, entrambi dalla Turchia.
Pedro Proenca è nato il 3 novembre 1970 a Lisbona, ed è arbitro internazionale dal 2003. Di professione direttore finanziario, nel tempo libero ama leggere e sciare. La sua carriera internazionale prende il via con gli Europei Under 19 di Svizzera 2004 (3 gare dirette, Svizzera-Italia 1-1 e Germania-Polonia 3-1 nelle fasi a gironi, oltre alla finalissima, Spagna-Turchia 1-0) ed è proseguita con gli Europei Under 21 di Svezia 2009 (3 presenze, Italia-Serbia 0-0 e Svezia-Serbia 3-1 nelle fasi a gironi e Germania-Italia 1-0 in semifinale). Nel percorso verso Euro 2012 ha diretto 4 incontri: Francia-Romania 2-0, Irlanda-Slovacchia 0-0 e Serbia-Italia 1-1 nelle fasi a gironi, Croazia-Turchia 0-0 nei playoff. Il culmine della stagione è stata la finale di Champions League di Monaco di Baviera, da lui diretta lo scorso 19 maggio, tra Bayern e Chelsea. Per il 41enne sarà la quarta partita nel torneo, due nella fase a gironi – la vittoria per 4-0 della Spagna contro l'Irlanda il 14 giugno e il 2-0 della Svezia contro la Francia cinque giorni dopo – e il quarto di finale tra Italia e Inghilterra sempre nella capitale ucraina.

Le formazioni- L'Italia ieri si è allenata alle 18.30 locali sul terreno dello stadio Olimpico di Kiev, Prandelli ha fatto svolgere un lavoro leggero per non caricare oltremodo la squadra dopo un mese molto dispendioso. Hanno lavorato a parte De Rossi e Barzagli, ma solo a titolo precauzionale. Cesare Prandelli quindi per la gara di questa sera potrà contare sul gruppo al gran completo visto anche il recupero di Abate, che si è allenato con il gruppo. Il terzino del Milan dovrebbe essere preferito a Balzaretti, per il resto conferma per chi ha affrontato e battuto la Germania. Chiellini va a sinistra in difesa, Riccardo Montolivo sarà l'uomo più avanzato di un centrocampo completato da Marchisio, Pirlo e De Rossi. In attacco agiranno Antonio Cassano e Mario Balotelli. Nella Spagna è confermata la formazione-tipo, che affrontò gli Azzurri anche all'esordio, per la Spagna, schierata con il consueto 4-2-3-1: Vicente Del Bosque rilancia Fabregas come unica punta con Silva esterno e Xavi e Iniesta a supporto dell'attaccante. In difesa Sergio Ramos affianca Piquè al centro. al campo fiducia alla "cerniera" Busquets-Xabi Alonso, in difesa Arbeloa e Jordi Alba sulle fasce.

PROBABILI FORMAZIONI:
ITALIA (4-3-1-2): Buffon; Abate, Bonucci, Barzagli, Chiellini; Marchisio, Pirlo, De Rossi; Montolivo; Cassano, Balotelli. A disp: De Sanctis, Maggio, Ogbonna, Balzaretti, Giaccherini, Motta, Nocerino, Diamanti, Borini, Di Natale, Giovinco, Sirigu. All: Prandelli.
SPAGNA: (4-2-3-1): Casillas; Arbeloa, Sergio Ramos, Piqué, Jordi Alba; Busquets, Xabi Alonso; Xavi, Iniesta, Silva; Fabregas A disp: Valdes, Reina, Raul Albiol, J. Martinez, Cazorla, J. Navas, Juanfran, Pedro, Negredo, Mata, Llorente, Fernando Torres. Ct: Del Bosque.
ARBITRO: Pedro Proenca (Por)
(Twitter: @GuerraLuca88)

Giaco l'1 luglio alle 13.39
In Olanda everyone is hoping for a big victory for Italy! Please take revenge for us tonight! Because we could not! Good Luck from Holland.
I commenti rappresentano le opinioni personali dei lettori di BarlettaViva e non dell'editore o degli autori.
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
ARTICOLI PIU' LETTI DI RECENTE:
RACCOGLITORI SPECIALI RECENTI:
RUBRICHE AGGIORNATE:

Italia-Spagna 1-1
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti
BarlettaViva è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani