Perché è importante prevenire un arresto cardiaco

Al “Curci” la consegna di nove defibrillatori per le scuole di Barletta


REDAZIONE BARLETTAVIVA
Lunedì 3 Febbraio 2014 ore 11.12

«Ricordo un mio caro amico, il fratello che non ho avuto, allenatore di una squadra di Barletta, che mentre era in campo ad allenare la sua squadra si è accasciato ed è morto. Se ci fosse stato un defibrillatore, probabilmente il mio caro amico si sarebbe salvato». Così, emozionato, il presidente della provincia Francesco Ventola comincia il suo intervento quando si parla di prevenzione e di defibrillatori.

Ieri nella elegante cornice del Teatro Comunale "G. Curci" si è tenuta la manifestazione di consegna di nove defibrillatori semiautomatici, da parte dell'Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia – Sezione di Barletta – con la fattiva collaborazione di "Professione Militare" di Barletta e con la partecipazione della Delegazione Regionale degli "Ordini dinastici di Casa Savoia", ad altrettante scuole della nostra città e della città di Bari, dopo la presentazione alla stampa dell'iniziativa avvenuta nei giorni scorsi.

Prezioso è stato l'intervento del Dott. Claudio Paolillo, responsabile U. O. cardiologia di Corato, che con la sua preparazione è riuscito a farsi intendere anche da chi non conosce la materia. Durante l'evento ha riportato la sua esperienza, ormai consolidata negli anni, del "Progetto Media", progetto che porta la cardiologia nelle scuole medie inferiori con il monitoraggio cardiaco dei ragazzi, «perché un semplice elettrocardiogramma può rilevare dei difetti cardiaci anche in ragazzi apparentemente sani e potrebbe salvar loro la vita».

Le scuole alle quali sono stati consegnati i defibrillatori sono: la Modugno, la Fraggianni, il Fermi, il Nervi, la Dimiccoli, la Musti, la Manzoni, il Sacro Cuore e la S.Giovanni Bosco di Bari.

Prima della consegna dei defibrillatori, Francesco Maffei con la collaborazione di una docente, ha messo in scena la simulazione di un arresto cardiaco e ha spiegato che in questo periodo il personale docente e non docente delle scuole coinvolte nell'iniziativa ha seguito un corso di primo intervento per poter utilizzare al meglio questo prezioso strumento salva vita.

Alla manifestazione, con scopi di sensibilizzazione e a titolo gratuito, ha partecipato anche Mingo di "Striscia la notizia" che ha regalato al pubblico in sala un momento di leggera ilarità con le sue battute. Prevenzione e buon umore sono stati la perfetta linea conduttrice della serata.

Filannino il 4 febbraio alle 16.54
Si può sapere il perché della scelta di queste scuole e dell'esclusione di certe altre?
I commenti rappresentano le opinioni personali dei lettori di BarlettaViva e non dell'editore o degli autori.
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
ARTICOLI PIU' LETTI DI RECENTE:
RACCOGLITORI SPECIALI RECENTI:
RUBRICHE AGGIORNATE:

Perché è importante prevenire un arresto cardiaco
Sono intervenuti:
Dott. Michele Lastella (Prefettura)
Don Filippo Salvo
Dott.ssa Anna Francabandiera (Amministrazione Comunale)
Dott. Francesco Ventola (Provincia BT)
Avv. Rocco De Franchi (Amministrazione Comunale Bari)
Dott. Antonio Zampelli (Vice presidente A.N.F.I.)
Dott. Claudio Paolillo (Responsabile U.O. cardiologia Corato)
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti
BarlettaLife è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani