Oggi temporale
Temperature 21.629.1

SELECTED

Ingresso SS16 bis Barletta Centro, fuoco, fiamme e pericolo

Gigantesca nuvola di fumo nero occulta l'uscita agli automobilisti

Sterpi secche, autocombustione oppure dolo?


mariosculco02.jpg
MARIO SCULCO
Venerdì 29 Giugno 2012 ore 16.08

Ne avevamo già data notizie qualche settimana fa, ma non accenna a smettere la dolosa abitudine di dar fuoco a sterpaglie e paglia ai margini della strada. Numerose le segnalazioni giungono dalla frequentatissima Strada statale 16 bis esattamente all'ingresso di "Barletta centro" addirittura occultato del denso e nerissimo fumo, in grado di bloccare la visuale ai tanti automobilisti che devono poi svoltare a passo d'uomo, quasi "alla cieca".

Sterpaglie secche ed autocombustione sembrano essere motivazioni deboli dato il forte odore di gomma bruciata, fastdiioso ed acre tanto da essere percipito nel chiuso dell'abitacolo di guida. Eccezionale il pericolo per la guida, dato che il poco vento fa stazionare questa nuvola oscura sul selciato carrabile, con problemi anche per chi deve solo proseguire la corsa, costretto a frenate poco ortodosse.

Un biglietto da visita che la nostra città fornisce all'anticiclone Caronte, condiviso con i tanti guidatori che segnalano alla nostra redazione l'avvenuto e la poco igienica abitudine. Fino a quando non si viene colpiti dal "fuoco amico", speriamolo.

Dai nostri corrispondenti a breve fotografie del fenomeno che non sembra tuttora estinguersi.

Regina
Peppino Lo C, hai ragione.
giuseppe
La mia esperienza mi dice, che il 99,9% e piu, gli incendi di sterpaglie sono dovuti alla mano dell'uomo, ( contadini che vogliono tener pulito intorno al loro terreno, bruciando anche la sterpaglia delle scarpate, poi ci sono i piromani e i vandali ). Scoprirli e accusarli di incendio doloso (magari) non è semplice, inoltre le multe fanno ridere. Secondo me bisognerebbe costringere il "pubblico" a tener pulito.
Peppino Lo Curto il 30 giugno alle 18.34
regina , chiunque sia quello che appicca il fuoco ( da beccare e punire), se l'ente preposto tenesse i terrapieni puliti mancherebbe la materia prima per il fuoco ( mi pare che siano proprio bruciate le sterpaglie ai bordi della 16 ,ovvero come ha detto un altro blogger terreno non di privati cittadini ma di anas o comunque 'pubblico' ).
e con questo caldo anche un pezzo di vetro ( una bottiglietta lanciata da qualche automobile) ma anche il caldo stesso bastano per far prendere fuoco alle erbacce secchissime
Regina il 30 giugno alle 17.17
Ok Peppino Lo Curto, l'agricoltura non è il mio forte, ma chi è che ha interesse a bruciare quei terreni? Qualche confinante? Non credo che siano vandali-piromani a farlo.
un cittadino il 29 giugno alle 23.09
Dalle immagini mi sembra di capire che il terreno interessato sia adiacente alla SS 16, perciò demaniale e quindi di competenza comunale. Credo! In caso contrario i proprietari dei terreni sono obbligati a tenere i propri fondi in condizioni accettabili e soprattutto debbano evitare che cresca erba in modo incontrollato proprio per eviatare incendi. Poi se c'è il piromane di turno che si diverte ad appiccare fuochi lungo il ciglio di una statale allora meglio non esprimersi perchè non ci sono parole pern definire questa gente.
giuseppe il 29 giugno alle 22.29
Non è cosi semplice, spesso quei terreni sono di proprietà, della provincia, del comune,dell'anas e altri enti. Auguriamoci che non accadano tragedie come quella avvenuta qualche giorno fa sull'A14, nei pressi di San Severo, dove è morta una donna a causa dei fumi di una sterpaglia.
Utente Facebook
Domenico Laurent il 29 giugno alle 22.10
Dovè l'assessore alla sicurezza? a disegnare le strisce pedonali di ponente?
Peppino Lo Curto il 29 giugno alle 21.02
regina ma di che contadino parli? di quali multe? bruciano le sterpaglie che l'anas non rimuove dai terrapieni, non i campi di grano che qui non esistono ...
Regina il 29 giugno alle 18.25
Non sarà mica lecita una procedura del genere, e allora cosa ci vuole ad andare dal proprietario del terreno, ormai visibilmente arso, e multarlo?? Non potrà certo dire che è successo per caso! AAh già, bisogna mettersi in macchina.... recarsi sul posto.... cercare di rintracciare il contadino.... no, troppo faticoso, meglio prendere il blocchetto e fare un paio di multe in Via d'Aragona.
I commenti rappresentano le opinioni personali dei lettori di BarlettaViva e non dell'editore o degli autori.
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
ARTICOLI PIU' LETTI DI RECENTE:
RACCOGLITORI SPECIALI RECENTI:
RUBRICHE AGGIORNATE:

Incendio uscita Barletta centro
Interviene sul luogo, la nostra corrispondente Francesca Piazzolla
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti
BarlettaViva è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani