SELECTED

Dalla Bat all'aeroporto di Bari Palese in treno: ora è possibile

Venerdì 19 luglio l'inaugurazione del passante ferroviario

Alla presenza del Ministro dei Trasporti Lupi e del Governatore Vendola


luca_guerra.jpg
LUCA GUERRA
Mercoledì 10 Luglio 2013 ore 20.43

La Bat e gli Aeroporti di Puglia si avvicinano. Succede presso l'aeroporto "Karol Wojtyla" di Bari, che a partire dal 20 luglio sarà collegato all'infrastruttura delle Ferrovie del Nord Barese, sia in direzione sud verso Bari che in direzione nord verso Barletta. Il nuovo e innovativo passante ferroviario sarà inaugurato venerdì 19 luglio con con una corsa inaugurale alla quale presenzieranno anche il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi e il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola. Il tratto di metropolitana prossimo al "taglio del nastro" collegherà il centro della città di Bari con l'aeroporto internazionale e coinvolgerà, inoltre, i diversi centri urbani serviti dalle Ferrovie del Nord Barese e avrà un bacino di utenti stimatodi circa un milione di persone.

La linea ferroviaria in costruzione si sviluppa su circa 7 km, quasi totalmente in galleria, ed andrà ad integrarsi sulla già esistente rete ferroviaria gestita dalla Ferrotramviaria Spa, Ferrovie Nord Barese, che va da Barletta a Bari. I lavori sono iniziati nel maggio 2009 e sono curati dalla Ferrotramviaria Engineering, che si è occupata anche della fase di progettazione dell'opera costata circa 77mln di euro, con fondi sia nazionali che europei. Quando verranno completate le opere di interoperabilità nelle stazioni RFI di Bari C.le e Barletta C.le grazie al "Grande Progetto" finanziato dalla Comunità Europea, l'aeroporto diverrà accessibile da tutte le città della Puglia e delle Regioni limitrofe, permettendo lo sviluppo dell'aeroporto civile di "Bari Karol Wojtyla" come hub aeronautico di riferimento di tutto il sud dell'Italia.

Nel nuovo tratto saranno così realizzate due stazioni, una chiamata "Aeroporto", collegata direttamente allo scalo pugliese, e una sita a circa due chilometri di distanza, denominata "Europa", dedicata a una zona della città a forte espansione urbanistica. I lavori sono stati conclusi circa un mese fa, e ora è partito il count-down per l'inaugurazione, con corse che saranno effettive dal 20 luglio. La prima corsa da Palese in direzione Barletta (orari in allegato) partirà alle 5.20, con ultimo spostamento alle 23.03, con 28 corse giornaliere complete. Un grande passo in avanti per i trasporti pugliesi in generale e la Sesta Provincia, sempre più polo urbanistico di riferimento, in particolare.
(Twitter: @GuerraLuca88)

Orari passante ferroviario Bari-Barletta
Dal 20 luglio trasporto attivo

paco il 22 luglio alle 01.08
Alberto, rispetto la tua laurea in ingegneria dei trasporti, ma non ho mai creduto ai manuali degli ingegneri. troppi quadrati.
i motivi per evitare l'auto: 1 è un mezzo individuale, 2 molti mezzi individuali, molto traffico, molto inquinamento, molti costi. 3 se abiti a palese, sei a casa e stai proponendo solo un servizio per casa tua. 4 da come parli risulta evidente che non conosci come ci si sposta dal resto della Puglia e sopratutto che per il passeggero meno cambi e coincidenze ci sono meglio è!
La tua proposta potrebbe andar bene per chi può arrivare a Palese da Foggia via Tranitalia, ma il resto della Puglia non passa da Palese ove, oltretutto, non tutti i treni fermano.
e in ogni caso meno mezzi a carburanti fossili girano, meno inquinamento si produce, a meno di usare un bus elettrico... anzi più bus, visto che la capienza di posti a sedere di un bus decente è di, a seconda del modello, da 55 a 65 posti e un aereo trasporta da 110 a più di 300 passeggeri. senza contare la lentezza delle operazioni di imbarco e sbarco passeggeri e bagagli su di un bus con stiva. naaaa
Alberto il 18 luglio alle 12.15
@paco,@aniene
Risposte date senza conoscere la realtà e senza saper leggere un testo. La scuola è peggiorata, negli ultimi anni. Di certo non mi perderò, visto che abito a Palese. Vi spiego meglio il concetto, da ingegnere dei trasporti, visto che peraltro dimostrate di non avere la più pallida idea di come funzionino i trasporti pubblici di Bari. Se vuoi recarti da Palese in aeroporto con i mezzi, devi fare un giro incredibile. Non riuscirai mai ad arrivarci in meno di mezz'ora, ammessa, e non concessa, la perfetta coincidenza degli orari della Bari Nord con gli orari delle alle altre linee pubbliche. Assurdo soprattutto considerando che, in auto, ci vorrebbero 2 minuti. Proporre un servizio navetta dalla Stazione di Palese all'aeroporto di Palese non significa fare polemica, come stupidamente qualcuno ha detto, ma fornire una possibilità in più ai cittadini di tutte le città che non sono servite dalle Ferrovie Bari Nord, ma soltanto dalle FFS.
Aniene il 14 luglio alle 18.46
@alberto
Ma è ancora più semplice che da Trani vengono a Barletta e poi da Barletta arrivano direttamente in Aeroporto in treno.
E viceversa, dall'Aeroporto a Barletta e poi prendono il treno per Trani.
Elementare, no?
Se poi pretendiamo che il treno fermi in tutte le città della Puglia siamo nell'improponibile... da che mondo è mondo il treno ferma nelle città più importanti e grandi, quindi Barletta.
Anche perchè da sempre il capolinea o la partenza di questa tratta della Ferrovia del Nord Barese è Barletta.
Fede il 14 luglio alle 18.30
altro che ponte sullo stretto....quest'opera serviva veramente. Alle prossime elezioni votiamo ancora gente inquisita (e condannata) come Fitto, vero? Apriamo gli occhi e cerchiamo di ricordare le cose buone quando vengono fatte.
paco l'11 luglio alle 09.47
@alberto
ma perchè fate polemiche senza sapere una cippa o senza leggere?
eppure c'è scritto nell'articolo.. "collegherà il centro della città di Bari con l'aeroporto internazionale e coinvolgerà, inoltre, i diversi centri urbani serviti dalle Ferrovie del Nord Barese e avrà un bacino di utenti stimato di circa un milione di persone."
Quindi prendi il treno Trenitalia a Trani, scendi a Bari e prendi la navetta ferroviaria per l'aereoporto.
Da minervino, prendi la "spinazzola", scendi a Barletta, scegli se prendere la BariNord o Trenitalia e arrivi a Bari dove prendi al navetta.
Da Grumo Apula prendi le ferrovie del Nord-Est, arrivi a Bari e prendi navetta
Se vuoi ti accompagno così non ti perdi! :-)
Utente Facebook
Marcello Degennaro il 10 luglio alle 18.08
FINALMENTEEEE UNA COSA BUONA!!! BRAVO VENDOLA!! A BARLETTA PER UN CAVALCAFERROVIA SONO PASSATI 200 ANNI...PRATICAMENTE DA QUANDO ESISTONO LE FERROVIE
Federica il 10 luglio alle 15.52
Il costo del biglietto dall aeroporto a Barletta, si sa già?!
Alberto il 10 luglio alle 14.55
E' un'opera molto utile ed innovativa per Bari ed il territorio circostante, ma che di fatto esclude dal collegamento aeroportuale gli abitanti di Trani, Bisceglie, Molfetta, Giovinazzo, Santo Spirito e Palese, non serviti dalle Ferrovie del Nord Barese, ma dalle Ferrovie dello Stato. Un totale di 220.000 persone che continueranno a dover chiedere un passaggio per l'aeroporto o a dover raggiungere la stazione di Bari Centrale per poter poi tornare verso l'aeroporto. La soluzione esiste ed è anche troppo semplice: un servizio navetta dalla stazione FFS di Bari Palese-Macchie all'Aeroporto. Ma forse non si vogliono scontentare troppo i tassisti e la Tempesta...
UTENTE il 10 luglio alle 11.29
adesso però chiediamo a chi di competenza (Comune o Ferrotramviaria) che la stazione Barletta Scalo abbia un accesso anche da Via Don Filannino e non solo da Via Andria. Sarebbe una grandissima comodità per tutti coloro che abitano e che soprattutto abiteranno a breve nella nuova 167!!!
de profundis il 10 luglio alle 11.22
"...un grande passo in avanti per i trasporti pugliesi in generale e la Sesta Provincia, sempre più polo urbanistico di riferimento, in particolare."

...a me sembra invece che l'unico futuro possibile è che questo territorio, altrimenti insignificante, resti agganciato alla metropoli barese. "Polo urbanistico di riferimento"??? guarda che è Ferrovie del NORD BARESE, non del SUD-BAT! BAT non vuol dire NULLA sorrido
Punti di vista il 10 luglio alle 11.11
Un grande passo in avanti per i trasporti pugliesi in generale e la Sesta Provincia, sempre più polo urbanistico di riferimento, in particolare. (quoto)

a me sembra invece il contrario: questo territorio ha senso SOLO SE visto come appendice di Bari e non subappennino dauno (dando per scontato che preso da solo NON HA PESO E SENSO alcuno). Punti di vista.
Utente Facebook
Michele Cantatore il 10 luglio alle 10.00
Finalmente non più :"Mi accompagni all'aeroporto?" Grande opera!
I commenti rappresentano le opinioni personali dei lettori di BarlettaViva e non dell'editore o degli autori.
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
ARTICOLI PIU' LETTI DI RECENTE:
RACCOGLITORI SPECIALI RECENTI:
RUBRICHE AGGIORNATE:

Treno Regionale
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti
BarlettaViva è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani