CON BARLETTAVIVA iREPORT SEI TU A FARE INFORMAZIONE
Le notizie di iReport sono scritte e prodotte dai lettori del portale
Articoli, segnalazioni, foto, video trovano spazio in questo nuovo canale locale di informazione 2.0
Invia una e-mail alla redazione
iReport

Passaggio a livello di via Andria, 30 minuti senza alcun treno

«Lo sanno che la gente deve andare a lavorare?»



Mercoledì 4 Gennaio 2017 ore 12.03

«Non è possibile restare bloccata al passaggio a livello di via Andria per ben 30 minuti senza che passasse neanche un treno... Ma lo sanno che la gente deve andare a lavorare? Perché nn aprirlo per far passare invece di tenerlo chiuso senza alcun motivo e creare disagio ai cittadini?

Sono rimasta bloccata qui dalle 9:10 e alle 9:40 il passaggio era ancora chiuso... e non si è vista l'ombra neanche di un treno!».

Valentina

barlettano il 8 gennaio alle 19.04
Non voglio fare polemiche, è grave che non si sappia che tubi passano o altro nel sottosuolo del passaggio a livello ecc...... Nelle città dinamiche esistono sottovie ogni tre quattrocento metri di distanza fra loro per collegare il centro con le periferie. Ho l'impressione che molti non sono mai usciti da barletta.
barlettano d.o.c. il 7 gennaio alle 09.50
@ pragmatico. Prima di fare dell ironia demenziale accendi il cervello. Sono 30 anni che faccio quella strada. E x 30 anni sono più le volte che lo trovo chiuso che aperto quel passaggio! Personalmente mi e capitato di aspettare anche 45 minuti prima che aprisse! E visto che spesso ci lamentiamo di aspettare mezz'ora al passaggio meglio fare il giro dal sottovia. E stai certo che non impieghi mezz'ora x farlo! Poi vorrei farti notare una cosa cara mente geniale. Quando si decideranno a chiuderlo il passaggio, se saremo fortunati ci vorranno almeno tre anni x completarlo.in via callano e via Einaudi si narra che i lavori siano rallentati x parecchio tempo x vari tubi non segnalati. Hai idea di cosa ci possa essere sotto il passaggio di via andria e via veneto? Quindi facciamoci il segno della croce ed impariamo ad usare le vie alternative che stanno facendo. Se poi non hai compreso il concetto fatti una partita al monopoli anche tu e resta fermo tre turni. Ma non in galera: Al passaggio a livello!!!
marino il 5 gennaio alle 10.08
spezzare lancia a favore dei sinistroide;RENZI se veramente voleva bene l'italiani, non doveva fare quel discorso il giorno delle dimissioni, gli intelligenti che votarono SI hanno pianto.I COMUNISTI sono buoni soltanto a fare campagna elettorale.I problemi non li risolveranno mai,non per menefreghismo,ma per incapacità.
Cittadino Barlettano il 5 gennaio alle 09.09
Ma tenetevi cio che meritate caproni e ignoranti che non siete altro, vi sta bene. Non dovete menare i politici ma chi li vota. Appena sapete di qualcuno che ha votato questa gente che ci amminista, una mattonata in faccia gli dovete dare. Nel 2017 un passaggio a livello che lda 10 anni si fanno grandi promettenderlo di chiudere.
Pragmatico il 5 gennaio alle 06.50
Quel progetto è stato approvato dal 1990 con i Mondiali di calcio ... ma si narra che un'azienda sita nei pressi abbia creato ostruzionismo prima con la politica in quanto aveva un parente tra i politici barlettani... or ora sempre il popolo narra che quest'azienda abbia un altro parente questa volta tra i poteri forti per cui l'azienda impedirebbe ancora una volta la realizzazione del sottovia di via Andria ... vox populi vox Dei ... ps un cartellone elettronico che segnali chiusura del passaggio non costa tanto il problema è che è troppo elementare per una giunta di genialoidi... per Barlettano Doc : scusa ma secondo te uno che si trova a ridosso del passaggio chiuso deve tornare indietro a 5 km per rifare altri 5 km per tornare in centro ... ma per caso sei un membro di quei genialoidi del comune o sei un giocatore incallito di Monopoli ( imprevisti: passi dal via perdi un turno fai il giro da via Callano e riparti dal via ...?????)
Vito Cascella il 4 gennaio alle 17.26
Condivido il commento di "scettico". Io, che per ragioni di lavoro, mi trovo spesso a Trani, vi assicuro che sono utilissimi i display che nei pressi dei passaggi a livello ti comunicano se è aperto o chiuso. Ricordo che qualche tempo fa fu fatta da un consigliere di minoranza una mozione relativamente all'inserimento dei display nei punti nevralgici, ma come tutte le cose "utili" vengono abbandonate da questa amministrazione inetta.
Giorgio il 4 gennaio alle 16.31
Ma se ha Barletta nn sono capaci di sistemare le strade .......
scettico il 4 gennaio alle 16.08
condivido con @PeppeR, ai geni dell'ufficio urbanistico/traffico di Barletta non è venuta l'idea di installare un semaforo o rotonda sull'incrocio Via Trani/Via Scuro.

Inoltre aspettando la realizzazione di un sottopasso anche su Via Andria, sarebbe cosa buona e giusta installare, così come fatto da anni a Trani, dei semafori all'inizio di via Andria, che avvertono preventivamente il guidatore che il passaggio a livello è chiuso o si sta per chiudere, in modo tale da dirottare il traffico su strade alternative ed evitare ulteriori intasamenti.
Tony il 4 gennaio alle 15.38
Che città (anzi paesetto) da terzo mondo!!! Nel 2017 abbiamo ancora i passaggi a livello in città. Continuate così, continuate ad andare a votare quelle persone che non mi sforzo neanche di qualificare. Città (anzi, ripeto, paese) senza dignità!!! Conosco le città e questa non può essere qualificata tale. Se siete incapaci di fare un cavalcavia o sottovia che vi candidate a fare? Vabbè ognuno ha quello che merita!
PeppeR il 4 gennaio alle 15.19
...cari concittadini, visto che quotidianamente percorro queste strade, posso assicurarvi che andare dal sottovia callano è si comodo, ma si perde altrettanto tempo in quanto si crea una fila incredibile...il tutto si risolverebbe con due semafori all'incrocio tra via trani e via luigi scuro...ma, ovviamente, per avere un risultato dall'incontro delle grandi teste dei nostri politici, pargonabili soltanto a quelle dei più grandi scienziati al mondo, bisognerà aspettare minimo quei due/tre nuovi papi....ps. siamo in tantissimi a lavorare tra via vecchia madonna dello sterpeto, via trani e via callano e posso assicurarvi che spesso evitiamo il sottovia callano e prendiamo quello del santuario...incredibile ma facciamo prima ... ;-)
Brasciola il 4 gennaio alle 14.19
Fate via scuro e non rompete i coleotteri
IRPAS il 4 gennaio alle 14.18
Ha ragione il Sig. "Giustizia", avviene proprio cosi. Ci sono due modi per tenere chiuse le sbarre di un passaggio a livello: 1° chiuderlo, lasciando chiuso in posizione di "automatico" ovvero, al passaggio del treno si riapre automaticamente. 2° chiuderlo e lasciandolo in posizione "manuale" ovvero, per poterlo riaprire è necessario che si intervenga con un tasto, mouse, insomma attraverso la tastiera dell'apparato, altrimenti rimane fino a quando, appunto, non si realizza questa condizione. Tante volte, si rimane sulla seconda posizione e, indaffarato su altre incombenze o distratto da altro, l'operatore si dimentica di andarlo ad azionare. Questi sono i motivi per cui le barriere del passaggio a livello rimangono chiuse senza veder passare treni. Capita invece, di veder transitare più treni, anche tre, quattro ed il P.L. giustamente resta chiuso, proprio perchè tra il transito di un treno, in un senso e uno in un altro, passano pochi minuti pertanto, non è consigliabile aprirlo al passaggio del primo treno o secondo e, anche terzo, come avviene, altrimenti si perderebbe molto tempo a far scorrere la fila di macchine che nel frattempo si è formata.
I commenti rappresentano le opinioni personali dei lettori di BarlettaViva e non dell'editore o degli autori.
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
NOTIZIE IREPORT PIU' LETTE DI RECENTE:
RACCOGLITORI SPECIALI RECENTI:
RUBRICHE AGGIORNATE:

Passaggio a livello di via Andria
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti